Terra di legno e di acqua…

La Jamaica, il cui nome significa “terra di legno e di acqua”, è composta da diverse etnie di cui la principale è quella di discendenza africana, dalla quale sono scaturiti il movimento ‘Rasta’. Il calore del sole è temperato dalla leggera brezza di mare che i jamaicani chiamano “Doctor Breeze”. Rigogliosissima la vegetazione: in Jamaica sono stati classificati più di tremila tipi diversi di piante e fiori. Generoso anche il mare, da ammirare con maschera e pinne per scoprire innumerevoli varietà di corallo e conchiglie, ed incontrare i multicolori pesci tropicali che riempiono la sua barriera corallina. La vacanza in Jamaica ha il ritmo ‘easy’ delle canzoni reggae, i profumi ed i sapori della cucina internazionale e di quella creola, appetitosa e ricca di spezie, l’allegria del rhum o anche della crema di rhum, l’aroma inebriante del caffè e dei sigari. Si orna di bracciali in ambra, oggetti in legno decorato, caratteristici cappelli di paglia, artigianato in corallo nero, fantasiose magliette e tipici quadri naïf.

Capitale: Kingston (1.100.000 ab.)
Popolazione: 2.500.000 circa.
Superficie: kmq. 10.990 (come l’Abruzzo).
Religione: cristiana-protestante.
Documenti: passaporto valido per almeno 6 mesi,   patente italiana.
Visto: non richiesto.
Aeroporto: Norman Manley International (18 km da Kingston); Donald Sangster a Montego Bay.
Elettricità: 110 V.
Fuso orario: 6 ore in meno rispetto l’Italia (Kingston h.6 – Roma h.12). che diventano 7 in estate con l’ora legale.
Banche: 9.00-14.00 dal lunedì al giovedì, il venerdì fino alle 16.00.
Telefono: per chiamare dalla Giamaica 01-139 seguito dal numero del distretto senza lo 0 e dal numero desiderato. Per chiamare dall’Italia 00-1876.
Lingua: La maggior parte dei giamaicani parla creolo giamaicano, noto anche a livello locale come Patois (Patwa). La pronuncia giamaicana e il vocabolario sono significativamente diverse dall’ Inglese, nonostante un utilizzo intenso della lingua o delle sue lingue derivate. Il Creolo giamaicano è utilizzato quasi esclusivamente quando i giamaicani parlano tra loro. In tutti gli altri casi, soprattutto con i turisti, in lingua Inglese.
Anche se tutti i giamaicani sono in grado di parlare inglese, gli occidentali possono avere difficoltà a capirlo, infatti è una versione pesantemente accentata della loro lingua. Alcuni giamaicani parlano anche altre lingue popolari, come lo Spagnolo.
Moneta locale: La valuta della Giamaica è il dollaro giamaicano ($J , JA $) che viene coniato in banconote da $ 50, $ 100, $ 500, $ 1,000 e $ 5,000. Le monete in circolazione sono $ 20, $ 10 e $ 5. Il tasso di cambio si aggira vicino a 83 dollari giamaicani per ogni dollaro degli Stati Uniti. (1€ = 100 dollari giamaicani circa ).
Altre valute:Il dollaro americano è ampiamente accettato nei luoghi più visitati. In effetti, tutti gli alberghi, la maggior parte dei ristoranti, quasi tutti i negozi, e quasi tutte le attrazioni in città importanti accettano il dollaro statunitense. Mentre è possibile che visitando l’isola ci si può imbattere in locali, in negozi di periferia delle città e nelle zone rurali, aree dove il dollaro americano non è accettato.
E’ bene rimanere sempre costantemente aggiornati sul tasso di cambio in Giamaica, infatti basta sapere che agli inizi del 2009, 1 US $  aveva un valore di quasi  90 $ JAM!
E’ consigliabile acquistare prodotti realizzati sull’isola, sono più economici e si sostiene l’economia locale. I prezzi sono generalmente più elevati nelle zone turistiche come Negril e Ocho Rios.
Carte di credito:Carte di credito come VISA, MasterCard e in misura minore American Express e Discover sono accettate in molti stabilimenti industriali, come i supermercati, farmacie e ristoranti a Kingston, Montego Bay, Portmore, Ocho Rios e Negril e la maggior parte delle altre principali città. Anticipazioni di cassa da MasterCard, Visa, Discover e American Express carta di credito sono disponibili presso le banche commerciali, cooperative di credito o società  bancarie durante le ore di apertura.
Prelievi e cambi: Per prelevare o cambiare denaro ci sono gli ATM chiamati ABM in Giamaica, che sono ampiamente disponibili in ogni citta’ e quasi tutti gli ABM in Giamaica sono collegati ad almeno una rete d’oltremare come Cirrus o Plus e talvolta entrambi. In effetti, il modo più sicuro per un visitatore di concludere affari in Giamaica è di usare un ABM per ritirare in contanti direttamente dal proprio conto all’estero in valuta locale.
La cucina: I piatti giamaicani sono molto saporiti e speziati, in particolare con curry e peperoni, e sono normalmente accompagnati con riso. L’akee è il frutto locale utilizzato per preparare il piatto  tradizionale, il merluzzo con akee. Sono molto consigliati i piatti a base di pesce, molluschi e crostacei, fra i quali spicca l’aragosta. Per bere si consigliano la birra e il rhum locali, ottimi entrambi, nonché il Tìa Maria, un rhum al caffè.
FAQ

Com’è il clima?

La Jamaica è ubicata nella fascia tropicale 18 gradi nord dall’equatore vicino al tropico del cancro.
Le temperature sono dai 27 ai 35 gradi tutto L’anno. Cambiano i tassi di umidità molto più alti da aprile e ad ottobre. Al contrario è più secco durante il periodo invernale da Novembre a Marzo.

Che valuta devo portare ?
La valuta nazionale in jamaica è il JMD (dollaro jamaicano) chiamato Jai.
Tutti accettano anche Dollari Americani anche se poi i resti vengono dati in Dollari Jamaicani.In Tutti gli Hotels e ai cambi autorizzati dell’isola è possibile convertire sia dollari Americani che euro in dollari Jamaicani.

 

 

Servono vaccinazioni?

No in jamaica non servono nessun tipo di vaccinazioni.

Ci sono insetti pericolosi?

Non ci sono insetti pericolosi ma soltanto fastidiosi come le sand Fly sulle spiagge e le zanzare soprattutto nei mesi più umidi.

Posso guidare con la patente italiana?

Si è possibile guidare in jamaica con la patente italiana. Fate attenzione perché si guida sul lato sinistro della strada come in Gran Bretagna .

Come è il servizio sanitario nazionale?

Gli ospedali ci sono ma la sanità pubblica lascia molto a desiderare tuttavia sono diverse le cliniche private ben attrezzate e con medici competenti. Queste cliniche sono costose quindi consigliamo l’assicurazione medica.

L’asciugacapelli italiano funziona?

No per via del voltaggio. Gli hotel 5 stelle sono dotati di asciugacapelli;  consigliamo asciugacapelli da viaggio.

Cosa si mangia?

Negli hotel solitamente cucina internazionale. Altrimenti cucina creola molto speziata.

È buono il pesce?

Il mare che circonda l’isola è il mare dei Caraibi cristallino e caldissimo,  poco amato dai pesci più saporiti che prediligono mari freddi.                                                                                                                              I crostacei sono naturalmente i più ambiti e ricercati, in primis le Aragoste.
I pesci migliori sono  il Red Snapper (dentice),  e il  Tonno.
C’è anche un mollusco che vive nei conchiglioni che è tipico locale e si chiama Conch.

Trovo connessioni internet?

Quasi tutti gli hotel, Guest house è ormai diversi luoghi pubblici sono dotati di connessione Wi-Fi che sia gratis o a pagamento.

 

L’acqua è potabile?

Si quasi sempre, se non lo è viene indicato. L’antico nome dell’isola è Xaimaca (terra del legno e dell’acqua)

Che documenti servono?

Il biglietto aereo andata e ritorno e il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi.

È pericolosa?

La Giamaica è un paradiso tropicale e allo stesso tempo un paese molto difficile per via della sua storia travagliata. La musica Reggae ne è l’esempio più evidente .
È inutile nascondere che i ghetti delle principali città sono pericolosi. Tuttavia i luoghi turistici sono tranquilli . Anche qui vince sempre il buon senso, siamo ospiti di un popolo fiero con le sua cultura che sicuramente ha molti punti in comune ma è comunque lontana dalla nostra.
L’esperienza mi ha insegnato che chi viene in cerca di guai li trova così come chi non ha rispetto e pensa di poter comportarsi maleducatamente non è il benvenuto.
Dalla loro parte nei luoghi turistici anni di esperienza  hanno insegnato comportamenti non sempre convenzionali per cercare di “estorcere” qualche euro al turista . Difficilmente chiedono l’elemosina ma spesso si approfittano del disagio che molti provano nei confronti delle popolazioni di colore sfruttate e umiliate nella storia… La loro indole aggressiva e l’essere inglese non aiuta l’approccio ad un turista italiano abituato ai modi più dolci, ma non meno subdoli, delle isole a lingua spagnola….